Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 10 de Maggio 2019 Revive Israel Ministrie

Ereditando Sion

Yoni Koski

map

Ereditare Sion è forse la più grande controversia al mondo, dopo aver ricevuto la rivelazione che Yeshua è Dio! La parola "Sion" si riferisce a Gerusalemme, ma è anche usata per descrivere l'intera terra di Israele. Centrale al sionismo è la fedeltà di Dio alle promesse del suo patto riguardanti Israele.

Quindi, quanto è grande Sion, a chi appartiene e come dovrebbe essere conquistata la terra?

Secondo la Genesi al capitolo 15: 18-21, la terra dell’ alleanza con i discendenti di Abramo proveniva dal deserto wadi dell'Egitto fino al fiume Eufrate, compresa Gaza, la Cisgiordania e si estendeva verso est fino ai giorni nostri, la Siria e la Giordania estremamente controverso!

Una risposta in rapida crescita al sionismo è l'anti-sionismo: l'opposizione all'autodeterminazione politica ebraica, lo stato di Israele e in particolare il controllo ebraico su Gerusalemme. In Occidente è accettevole essere ebreo, ma non lo è uno stato ebraico indiviso. L'organismo delle Nazioni Unite dell'UNESCO, si è spinto fino al punto di negare i legami ebraico-cristiani al monte del Tempio in favore dei legami islamici, vedendo persino le cosiddette nazioni "civili" che si sono astenute nella riuscita "Risoluzione palestinese occupata" del 2016. Nell'Islam radicale, non è né giusto essere ebrei, né che lo stato ebraico possa esistere in una terra una volta occupata dai musulmani (turchi ottomani).

Tuttavia, Dio promise ai discendenti di Abramo, attraverso Isacco, la terra fisica, e nessuna Scrittura dice che la Chiesa o l'Islam sostituirono Israele. I popoli arabi ricevevano meravigliosamente un'eredità molto più ampia altrove. Tuttavia, il modo in cui il popolo di Dio possiede la terra è molto importante, sia storicamente che oggi:

  1. Quando ci fu una discussione tra i pastori di Lot e quelli di Abramo, per evitare dispute, Abramo offrì a Lot la scelta di pascolare nel paese
  2. Quando Sarah morì, Abraham insistette per acquistare il suo sito di sepoltura da un Ittita, anche se era stato gli offerto come regalo
  3. Allo stesso modo, David insistette per acquistare l'aia di Araunah, un Gebuseo, per fare un sacrificio nella posizione dell'attuale monte del tempio, il Monte Moria, dove anche Abramo era disposto a sacrificare Isacco
  4. Quando a Yeshua fu chiesto se stava per "Ripristinare il Regno in Israele", egli indicò un'altra priorità, l'effusione dello Spirito Santo
  5. Nel 1917 Chaim Wieizmann accettò la promessa del trattato britannico Balfour dando al popolo ebraico una patria in Medio Oriente, dopo che Weizmann aiutò la Gran Bretagna a vincere nella prima guerra mondiale
  6. Nel 1948 i leader ebraici stabilirono uno stato in risposta a un voto della Società delle Nazioni
  7. Molti tra i primi ebrei pionieri acquistarono terre da proprietari arabi, spesso assenti. Alcune terre erano considerate rubate, nonostante fossero state prese in guerra, ma in seguito la restituzione veniva di solito effettuata attraverso procedimenti legali..
  8. Quando Israele riprese Gerusalemme nel 1967, il territorio non fu rubato dalla Palestina perché il concetto della moderna Palestina araba esisteva a malapena all'epoca. Piuttosto esso fu vinto in una guerra difensiva dalla Giordania, che si era unita all'Egitto e alla Siria nell'attaccare Israele
  9. Israele è quasi unico nel restituire la terra conquistata nelle guerre di difesa
  10. Israele cerca di essere onesto con tutti i cittadini arabi e in particolare protegge i cristiani arabi

Qui vediamo un approccio umile, pacifico, legale, attuale e divino al possesso della terra. Oltre all'acquisizione pacifica della terra, Dio, tuttavia, ha anche chiaramente comandato il sequestro della terra, ma SOLO in condizioni molto specifiche:

Ad Abramo fu detto che i suoi discendenti sarebbero entrati nel paese, ma solo generazioni dopo, perché "Il peccato degli Amorei non aveva ancora raggiunto la sua piena misura". Dio autorizzò la conquista fisica della terra solo dopo che il peccato estremo e impenitente delle tribù locali si manifestò pienamente. Tale peccato includeva bestialità, sodomia, incesto, stregoneria e sacrificio infantile (Esodo 23:24, 34: 12-13, Numeri 33:52, Deuteronomio 7: 5, 18: 9-12, Levitico 18: 2-25) - un sobrio avvertimento per la nostra generazione! Più tardi, dopo la schiavitù egiziana, Giosuè (origine del nome di Yeshua), fu finalmente autorizzato da Dio a conquistare la terra.

Israele dovrebbe tentare di conquistare la intera terra promessa oggi? Certamente NO, a meno che Dio lo dica, ma potrebbe far sì che più territori cadano nelle mani israeliane attraverso guerre difensive.

Israele o le nazioni dovrebbero cercare di dividere la terra, creando una soluzione a due stati? Assolutamente NO: saranno giudicati da Dio per aver tentato di farlo. La situazione dei palestinesi non è chiaramente buona e molti soffrono per l'ingiusto governo locale, ma né il terrorismo né due stati sono la soluzione. Piuttosto, gli arabi in Israele devono confidare in Yeshua e contribuire allo stato ebraico, proprio come Obed Edom, l'edomita, ai tempi di David, e molti lo fanno oggi - qualcosa che richiede un risveglio tra i musulmani locali.

Una cosa è certa, Yeshua tornerà presto e conquisterà la terra, afferrandola dall'anti-Cristo e dalle nazioni che guida, regnando sul mondo da Gerusalemme per l'eternità.


Le nostre sfide oggi sul libro degli Atti (parte 2)

Asher Intrater

Asher

Come dovremmo gestire il denaro, il lavoro pratico della congregazione e la persecuzione? Asher Intrater fornisce una panoramica delle diverse domande che sono state sollevate dal Corpo del Messia nel libro degli Atti e mostra come questi temi siano stati affrontati.

Guarda QUI!

Sottotitoli in: cinese, danese, olandese, francese, coreano, polacco, portoghese, spagnolo.


Torna ad Articol