Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 30 de Settembre 2016 Revive Israel Ministrie

La storia profetica dei leader israeliani secolari - Parte 2

Asher Intrater ci condivide le prossime tre profezie che si riferiscono alla moderna Israele, la chiesa, la fine dei tempi e il regno millenario. E altro ancorala prossima settimana!

GUARDA!
(Sottotitolidisponibiliin cinese,danese, francese,tedesco, italiano,giapponese,coreano, polacco, portoghese e spagnolo).

Se ve lo siete persi,assicuratevi direcuperare il ritardo su Parte 1 dalla scorsa settimana o guardate il video!


Lastoria profeticadeileader israelianisecolari-Parte 2

La settimana scorsaho iniziato acondividere10 chiavi profeticheche ho imparatodallo studiodella storiaebraica,pensierorabbinicoe gli eventiin corsoqui in Israele.Ecco il resto

  1. Leggere i Profeti

David Ben-Gurion, visionarioe leader del moderno Sionismo, ha lettola Bibbia, in particolare iprofeti. Ha tenutostudi biblicisettimanalinella sua casa.Ha insegnatola Bibbia, ma ha fattoquesto errore: ha interpretatola Bibbiaattraversoun punto di vista comunista,come una sortadi operasocialista.Tuttavia,aveva ragionedi favorire la letturadei profeti,non solo dileggere la Bibbia,ma cercando diviverlo.Credo che perché abbia avuto ispirazione dalleScritturesul ripristinodella nazione di Israele,Diolo ha scelto peressere il primoPrimo Ministro di Israele.

  1. Preparazione pre-governativa

Durante il tempo del mandato britannico, prima della creazione dello Stato di Israele, Ben-Gurion anche capito che un giorno avremmo avuto un governo, ma non eravamo ancora pronti.Avremmo avuto bisogno di costruire una organizzazione che potesse funzionare come un governo in modo che saremmo potuti essere pronti ad avere una nazione quando fosse arrivato il momento.Ha messo in piedi un'organizzazione chiamata "Histadrut", e ha cominciato a funzionare come un governo fino a quando non lo divenne veramente.

Credo che sia una parola profetica per la Chiesa.La Ekklesia dovrebbe essere due cose, non solo le persone che sono state raccolte dalle nazioni per diventare il corpo di Cristo, ma la parola Ekklesia significa anche organo di governo o di coalizione.Come credenti, noi siamo qui non solo per far andare la chiesa, ma per agire come la nostra "Histadrut" o pre-governo. Ci stiamo preparando ora per eseguire il governo di Gesù al suo ritorno.Ecco perché crediamo negli apostoli, profeti, evangelisti, pastori e maestri, in anziani e diaconi, e nella struttura della chiesa, perché siamo in formazione.Un governo non è gestito da una sola persona, ma da un intero gruppo di persone.Questo è ciò che il discepolato è; prepararsi a prendere una delle posizioni del Suo governo.

  1. Preparazione Militare

Ben-Gurion sapeva anche che quando avessimo dichiarato il nuovo Stato di Israele, entro 24 ore ogni nazione del Medio Oriente ci avrebbe attaccato. Non eravamo pronti. Non avevamo armi o soldati. Non sapevamo come combattere. Così ha cambiato tutte le sue altre funzioni, ha tenuto seminari di formazione, e ha formato un esercito militare in un anno e mezzo.

Credo che questa sia una parola profetica che esce dal corpo del Messia in Israele. Stiamo andando verso la più grande guerra della storia del genere umano. Ci stiamo muovendo in un periodo in cui tutte le nazioni del mondo stanno per attaccare Israele, i cristiani, e fare tutto il possibile per fermare la seconda venuta di Gesù. Non sto dicendo che si deve iniziare a imparare a sparare, ma abbiamo bisogno di imparare a pregare e profetizzare, per comprendere le Scritture e dichiarare la Parola di Dio.

Controllala prossima settimanaper maggiori informazioni suqueste 10chiavi profetichemoderneo iscriviti per recevere le nostre mail settimanali!


Gesù parlavain ebraico

By Simcha Davidov

Gesù parlava nella sua lingua madre:L’ebraico - la lingua degli ebrei in Israele e la lingua delle Scritture.L'angelo Gabriele ha parlato ebraico a Miriam (Maria) quando è venuto ad annunciarle che avrebbe avuto un figlio dallo Spirito Santo.L'angelo le disse: "Tu stai per diventare madre e avere un figlio.Dargli il nome di Gesù "(Lc 1,31).
Il suo nome originale non ha alcun significato in una lingua straniera, ma in ebraico Yeshua significa salvezza."Essa partorirà e tu lo chiamerai Yeshua, perché Egli salverà il suo popolo dai suoi peccati" (Mt 1,31).A causa del significato del nome Yeshua come "salvatore", è chiaro che Miriam e Yoseph (Giuseppe) parlavano ebraico.Se parlavano l'ebraico, così anche Gesù.

Il Testamento originale è stato scritto in ebraico, e Yeshua spesso citato Scritture in ebraico.Ha parlato ai suoi discepoli in ebraico, che era la lingua degli ebrei in quel momento.Tutti gli insegnamenti di Yeshua erano pieni di riferimenti e associazioni di parole con citazioni dalle Scritture ebraiche.Pertanto, ancora una volta, è chiaro che parlava in ebraico.

Gesù ha parlato anche l'aramaico e greco o latino quando era necessario.C'erano traduzioni popolari del Vecchio Testamento al tempo di Yeshua, sia in aramaico che greco.La scritta sulla croce era in ebraico, in primo luogo, e anche in latino e greco - le principali lingue utilizzate nel governo e la cultura al momento della morte e risurrezione di Gesù '.[Giovanni 19: 19-20]


Invito: Baruch HaBa Israel Tour 2017

Questo itinerariounico è statoorganizzato conl'obiettivodicollegare a voi personalmente i ministeridi tendedella Misericordia,ReviveIsraeleeTikkun internationalmentre visitate Israele. Oltre aguide professionali, i membridel nostro teamministeriale sarannocon voisui busenei luoghiper insegnaree di fraternizzare.

Per alter informazioni e registrazioni, cliccate QUI!


Aggiornamento sui 40 Giorni Di Digiuno

Se partecipate aldigiunodi40 giorniche ha avuto inizio3 settembre esi conclude12 ottobre,ricordatevi di controllareil BLOG per la preghiera e aggiornamentiin lingua inglese.


Torna ad Articoli

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.