Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 29 de Luglio 2016 Revive Israel Ministrie

Cosa Vogliono effettivamente i Millennials

Di Cody Archer e Andea Ben-Arii

In 1 Samuele 13:19-22 vediamo il popolo d’Israele in una situazione imbarazzante, erano persi incapaci di difendere se stessi dai loro nemici:

Allora in tutto il paese d’Israele non si trovava un fabbro; poiché i Filistei avevano detto, “Impediamo  agli Ebrei di fabbricarsi spade o lance.”…Così nel giorno della battaglia avvenne che in mano a tutta la gente che era con Saul e con  Gionathan non si trovava ne spada ne una lancia, se ne trovava soltanto in mano a Saul e di Gionathan e suo figlio.

Per il corpo del Messia nel mondo, crediamo che questa sia una figura profetica delle circostanze pericolose nelle quali ci troviamo oggi. Come il re Saulo, abbiamo dei leaders anziani che posseggono molta autorità, unzione, e armi spirituali, ma pochi di loro hanno messo queste armi nelle mani delle nuove generazioni. Molti di loro hanno costruito grandi chiese e ministeri, sono diventati popolari e molto richiesti; spesso viaggiano portando avanti il loro ministero, però senza alzare figli e figlie spirituali che possano proseguire e spandere quello che da loro è stato cominciato.

Essere un fabbro non è una professione desiderabile e facile. Poche sono le persone che ti notano. Non è neanche una carriera molto remunerativa. Chi vuole lavorare nel calore di una fornace ardente, giorno dopo giorno, allo scopo di  forgiare e mettere nelle mani degli eroi di prossima generazione le armi, sapendo che la tua gloria e il tuo proprio onore potrebbe essere offuscato oggi?

Veri Leaders Innalzano Altri leaders

Il successo di molte congregazioni e ministeri durante questi 25 anni trascorsi dipende moltissimo da leaders maturi che intenzionalmente hanno investito nella nuova generazione di leaders. Se questo principio non viene applicato molti ministeri si perderanno nei prossimi 25 anni.

I così chiamati “millennials” (cioè coloro nati tra gli anni 80 e inizio 2000) noi vediamo in loro il desiderio di imparare come combattere, guidare, e come far avanzare il regno di Dio. Purtroppo però vediamo che mancano di capacità di interazione, e questo diventa un ostacolo nell’espletazione di un ministero.  I giovani di cui anche noi siamo parte guardiamo ai nostri leaders fermamente stabiliti che hanno accumulato anni di successo e esperienza, e pensare di prendere improvvisamente nelle nostre mani il bastone della guida e della responsabilità ci può spaventare o può produrre in noi disinteresse. Questo è perché prima che ciò accada abbiamo bisogno di essere con loro per imparare nella pratica cosa fanno e come lo fanno. Ancora più di questo vogliamo avere per impartizione la loro visione, i loro valori, e la loro passione. Soltanto allora, quando avremmo ottenuto il giusto ammontare dell’investimento relazionale e saremo equipaggiati in modo pratico da tutti gli anni della loro esperienza, acquisteremo la confidenza necessaria per poter prendere il bastone quando ce lo passeranno.

Non c’é tempo da perdere

Ci stiamo muovendo velocemente verso la più grande battaglia spirituale della storia dell’umanità. Le pressioni e le sfide più forti che il corpo del Messia a livello globale abbia mai affrontato, ma allo stesso tempo il più grande risveglio e la più grande raccolta stanno bussando alla nostra porta. È urgente cominciare a mettere le armi nelle mani della prossima generazione e questa deve diventare la priorità di ADESSO. Richiederà molto tempo, sforzo e umiltà, ma non abbiamo altra scelta. Se i cuori della generazione dei più anziani e dei più giovani non si fondono insieme, noi apriremo la porta a una maledizione globale (Malachia 4:6).

Noi stessi come rappresentanti della nostra generazione, chiediamo aiuto a voi più anziani. Non possiamo fare il lavoro da soli. Solo se uniti insieme possiamo fermare questa maledizione, e entrare in una nuova stagione di giustizia e benedizione per tutti nel mondo. Non abbiamo bisogno soltanto del vostro aiuto: vogliamo il vostro aiuto. Risponderete alla chiamata di questa generazione che ha così profondamente bisogno di padri? Continuerete a ricercare i nostri cuori anche quando vi abbiamo rigettato? Non ci abbandonate. In realtà siamo interessati molto più di quanto pensiate.

(N.B. Ci sentiamo privilegiati che possiamo servire ed essere con Asher Intrater. È un leader anziano raro nei nostri giorni, egli sta formando giovani leaders capaci. Il corpo del Messia nel mondo ha molto da imparare dal suo esempio in questa area.)


Restaurare la linea del Confronto Morale

Asher condivide nella Chiesa Immanuel a Silver Spring, MD, un messaggio di speranza ma anche l’urgenza della redenzione. Per ascoltare, Clicca Qui.


Incontra la Squadra

Questa settimana incontrate il direttore della TV Chai Yeshua, Aviram Eldar.

I sottotitoli sono disponibili in Koreano,Giapponese, Italiano, Francese e olandese, Guardate Qui.


Marito, Figlio, e Re

Di Asher Intrater

Ci sono molti simboli nella Bibbia che descrivono il popolo di Dio. Alcuni ci descrivono come un “corpo” o un “albero” o come “pietre viventi” e cosi via.  Tre di questi simboli usano un immaginario personale:

  1. Sposa
  2. Famiglia
  3. Regno.

In ognuno di questi tre, Yeshua come il Messia esercita un ruolo centrale. Se noi siamo la Sposa, Yeshua è lo Sposo, o il Marito. Se noi siamo una famiglia, Yeshua è il Figlio (il primogenito del Padre). Se noi siamo cittadini del regno, Yeshua è il Re. Yeshua definisce chi noi siamo in base alla relazione con Lui. Noi definiamo chi Lui è in base alla relazione con noi. Yeshua ha molti ruoli, e ognuno di questi necessita una rivelazione speciale al fin di poter comprendere chi Egli è e chi siamo noi. Qui ne abbiamo tre:

  1. Marito -per la Sposa
  2. Figlio - nella famiglia di Dio
  3. Re – del Regno Messianico.

Che ognuno di noi possa ricevere rivelazione da Yeshua e possa relazionarsi a Lui in ognuno dei ruoli qui descritti!


Torna ad Articoli

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.