Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 24 de Giugno 2016 Revive Israel Ministrie

Come connettersi con Israele? (Parte 1)

Di Ariel Blumenthal

Come possiamo noi cristiani avere  relazioni con Israele? Come  possiamo connetterci  con lei?  In Romani 11:17-24, Paolo paragona questo collegamento organico vitale  all’essere innestati  all’ulivo, l’albero della famiglia del patto.  Per una completa comprensione di questo insegnamento, dobbiamo innanzitutto comprendere che il termine biblico “Israele” ha tre strati primary di significato.  

  1. Il Popolo ebraico:
    “Israele” (Principe con Dio) inizialmente appare come il nome  dato da Dio a Giacobbe dopo la famosa lotta con un messaggero divino  in Genesi 22. In questa fase fondamentale  “Israele” era semplicemente il nome dato al grande patriarca delle 12 tribu’ d’Israele ed in seguito alla loro progenie. Con il patto, Dio si identifica per sempre come “il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe...il Dio d’Israele.” Percio’, “Israele”sono  i discendenti fisici di questi patriarchi che in seguito diventarono noti come il popolo ebraico  

  2. La nazione d’Israele e la Terra d’Israele:
    Circa 400 anni dopo, la popolazione delle tribu’ d’Israele si moltiplico’ grandemente, ed insiseme, diventarono una nazione Al monte Sinai, il popolo ricevette la Torah/Legge  che contiene gli elementi di base che definirono la loro cultura, le leggi e la societa’. Dopo l’entrata nella Terra Promessa , ci fu un altro patto che stabilisce la nazione come un regno Messianico eterno sotto Davide ed i suoi discendenti. (2 Sam 7).  Questa nazione/regno ha Gerusalemme  - la citta’ di Davide – come la sua capitale eterna.   “Israele diventa cosi’ una nazione-con un terreno specifico, una capitale, un’economia, ecc.- e con la promessa di un futuro restauro  come il centro di tutto il mondo, regno Messianico. (Fatti 1:6)   

  3. Israele, il Residuo salvato:
    Questo e’ dove le cose diventano un po’ difficili.  Nel Nuovo Testamento, e specialmente nella teologia di Paolo, apprendiamo che in ogni generazione c’e’ un sottoinsieme spirituale del piu’ ampio Israele – un residuo salvato nel quale si realizzano le pienezze delle promesse di Dio ad Israele.  All’esterno, questo gruppo di popolo ebraico assomiglia a tutti gli altri e parla la stessa lingua, ma all’interno i loro cuori sono sono nati di nuovo, “circoncisi” e sigillati dallo Spirio Santo.   Anche quando sembra – come e’ stato il caso attraverso la storia – che la maggior parte del popolo ebraico non sia fedele ma indifferente alla rivelazione della grazia di Dio  per quella generazione,  la promessa nella Parola di Dio per tutta la nazione  rimane verita’ grazie al residuo santo. (Romani 11:16).  Questo e’ altrettanto vero sia nel giorno di Elia, nel giorno di Paolo ed al giorno d’oggi-perche’ “non tutto Israele e’ Israele .” (Romani  9:6; 11:1-7).  Quello che c’e’ in piu’, ora, sotto il Nuovo Patto e’ che qualsiasi credente non ebraico puo’ essere “innestato” a questo albero d’ulivo di alleanza tramite la fede nella grazia del Dio d’Israele che salva.  (Romani  9:24; 11:17)  Per cui Israele e’ il residuo  del popolo che ha fede in Gesu’ -  prima ai guidei & anche a coloro che non sono giudei , insieme un “Uomo Nuovo” (Efesini 2:15)

In conclusion,1 & 2 si riferiscono ad Israele secondo la realta’ fisica, mentre il 3 si riferisce and Israele in un modo piu’ misterioiso e spirituale .  Biblicamente tutti e tre sono valide espressioni di cio’ che la Bibbia vuole indicare con “Israele”,  e noi potremmo ritrovarci connessi sia all’uno che agli altri in tempi diversi. Le lettere di Paolo ci insegnano che sotto il Nuovo Patto la pienezza del mistero riguardo all’intenzione di Dio si trova in Cristo (il Messiah), e si trova anche nell’allineamento  delle relazioni tra ebrei e gentili secondo tutte le Sue alleanze con Israele – persone, nazione  e residuo! (Nella seconda parte vedremo cio’ che questi rapporti possono rappresentare in pratica).


Auguri per il tuo  decimo compleanno , Ahavat Yeshua!

Di Eddie Santoro

Sabato passato la nostra congregazione ha celebrato il suo decimo anno di esistenza!   La sala degli incontri era piena di gente e della presenza di Dio.  Molti furono gli scambi amichevoli e le testimonianze sulle potenti opere da Lui fatte durante il decennio passato. 

Per grazia di Dio (e anche tanto lavoro), questi anni hanno prodotto dei frutti sostanziali! Ci sono state delle situazioni difficili ma anche poche sconfitte. In tutto l’insieme abbiamo avuto tanti successi e quando guardiamo indietro, ci si riempie il cuore con un profondo senso di pace e ringraziamento.

Durante il primo incontro, nel 2006, c’erano circa quindici persone. Asher Intrater and io eravamo gli unici  “senior leaders”.   Avevamo lavorato insieme a Tel Aviv per 6 anni e sapevamo molto bene come iniziare una congreagazione in Gerusalemme, a secondo la nostra visione, ma sapevamo anche che non sarebbe stato facile farlo.  La prima congregazione in Gerusalemme, descrita in Fatti 2, sarebbe stata il nostro modello, con il nome “Ahavat Yeshua” (L’amore di Gesu’).  Desideravamo essere una congragazione ripiena del Suo amore e della Sua potenza. Oggi, il piccolo gruppo iniziale di quindici persone e’ cresciuto fino a raggiungere i 120.

All’inizio la congregazione era composta di giovani e scapoli.  Potevano discernere un grande potenziale in ciascuno di loro e dedicammo degli anni  ad incontrarci e celebrare  la Santa Cena con loro, aiutandoli a superare diverse difficolta’. Ballammo ai loro matrimoni  e ci rallegrammo quando le loro famiglie aumentarono. Molti ora sono spiritualmente cresciuti in  maturita’spirituale e noi siamo pronti ad affidare la responsabilita’ di guida nelle loro mani.  Asher, Dan, ed io siamo diventati “alleantori”, mentre il desiderio di servire nei loro cuori sta portando molti frutti .  Per queso siamo grati e per questo diamo gloria a Dio il quale sta edificando la propia casa in Gerusalemme durante i nostr giorni!


Vi presentiamo la squadra: Tal

Incontrate questa settimana il pastore della squadra Revive Israele, Tal Robin Guarda Qui!


Capire il vero carattere del Padre (Parte 1)

Messaggio Recente di Asher Intrater a IHOPKC. Per guardare in Inglese clicca QUI!


Torna ad Articoli

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.