Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 6 de Novembre 2015 Revive Israel Ministries

Famiglia di Dio

di Asher Intrater

Siamo stati benedetti nel partecipare alla riunione mondiale di questo mese a Monaco di Baviera. Ci sono stati i rappresentanti di tutte le nazioni del mondo, tra cui Cina e diversi paesi arabi. Guidati dal nostro amico, David Demian, l’incontro ha avuto una rivelazione profonda della ecclesia internazionale come "famiglia di Dio".

Al nostro team da Israele è stato chiesto di condurre una preghiera su quel  tema, che abbiamo fatto in ebraico, e tradotto in molte lingue. "Mi inginocchio davanti al Padre dal quale prende il nome l'intera famiglia in cielo e in terra" - Efesini 3: 14-15. Notate la parola "padre" nel versetto 14 e la parola "famiglia" nel versetto 15. Ogni padre è felice quando i suoi figli sono uniti nell’amore, e ogni padre è addolorato quando i suoi figli si dividono nel disaccordo.

Il Padre Vuole la Sua Famiglia Unita

Vogliamo rendere il nostro Padre celeste felice. Vogliamo essere una famiglia; vogliamo dimostrare a Lui la nostra unità e l'amore comune. Notate che questa famiglia ha sia un'identità celeste che una terrena. Siamo una famiglia che è stata acquistata dal sangue di Gesù.  Siamo seduti con Lui in una internazionale e celeste identità (Efesini 2: 7).

Si c’è anche un essere umano, con identità tribale e terrena come la famiglia allargata di Abramo. La visione di Paolo per la ecclesia come per la famiglia in fede può essere vista come un compimento delle promesse di Dio ad Abramo (Galati 4). Una delle prime promesse di Dio ad Abramo fu «In te saranno benedette tutte le famiglie della terra" - Genesi 12: 3. E il significato di questa promessa è stato ampliato quando Dio ha allungato il nome di Abramo ad Abrahamo, chiamandolo "padre di una moltitudine di popoli." (17: 5)

Chi sono le moltitudini di nazioni di cui Abrahamo è il padre? Dove sono tutte le famiglie della terra benedette attraverso Abrahamo e la sua discendenza? Si tratta di coloro che seguono le orme di Abrahamo per la fede in Gesù. L'ecclesia vuol dire essere la famiglia estesa  di Abrahamo . Questa è la nostra identità.

La Famiglia Estesa di Abrahamo

A lui piace il matrimonio, la gravidanza, la nascita, l'educazione dei figli, avere zii e cugini. È per questo che Yeshua non si è solo "paracadutato" dal cielo, ma è nato e cresciuto attraversando l'infanzia e la pubertà. Ci doveva essere una vera famiglia tribale per essere l'ecclesia internazionale.

Questo è un aspetto di identità che forse l’ Arabo-Cristiano e l’ Ebreo-Messianico possono aiutare a ripristinare nella chiesa ecclesia internazionale. Infatti, ad un certo punto dell’incontro mondiale, ci siamo uniti insieme, arabi ed ebrei, per benedire l'organismo internazionale. Abbiamo pregato per essere tutti una famiglia unita al nostro Padre celeste e una famiglia allargata da nostro padre Abrahamo.

E’ stato un momento potente in cui abbiamo sentito che c'era un adempimento storico delle profezie e delle promesse della Scrittura per il popolo di Dio nell’ essere una famiglia unita.


Sangue musulmano e Al Aqsa

Di Bassam Tawil (Esperto del Gatestone Institute)

Sappiamo tutti perfettamente che la moschea di Al-Aqsa non  è più in pericolo. Ironia della sorte - mi vergogno ad ammetterlo - grazie alla Polizia di Israele, al-Aqsa è la moschea più sicura del Medio Oriente.

Oggi sacrifichiamo i nostri figli e figlie sull'altare di slogan vuoti – bugie come "Al-Aqsa è in pericolo", nella vano e blasfemo concetto che l’onnipotente e onnisciente Allah ha bisogno che noi muoriamo come martiri per il suo bene.

L'ipocrisia e la politicizzazione dell'Islam ha portato i nostri sceicchi a fraintendere deliberatamente versi del Corano,  in modo che manchiamo di rispetto alle parole di Allah. Ci sono ecclesiasti del Islam propensi all’omicidio, al paganesimo e al santificare le pietre di Al-Aqsa più della vita dei fedeli musulmani.

Il Corano promette ai Figli di Israele che torneranno in Israele dai quattro angoli della terra ... e quindi avrebbero dovuto accogliere il nostro ritorno come prova vivente delle parole di Allah e la realizzazione delle profezie di Maometto. Invece, loro combattono gli ebrei, il che significa che stanno combattendo il desiderio di Allah.

Il Corano ci dice che gli ebrei sono il popolo eletto e gli eredi della terra, quindi perché i loro leader religiosi negano e rifiutano di ammettere che il Corano non ci nomina o addirittura suggerisce la "Palestina" o "I palestinesi ? "

Se gli ebrei fossero arrivati ​​senza un intervento divino, non avrebbero potuto superare gli eserciti arabi che li stavano attaccando. La loro vittoria è stata la prova che Allah era dalla loro parte.

Quando il secondo califfo, Omar bin al-Khatab, conquistò Gerusalemme, lui e il suo consigliere Caab al-Akhbar (un Ebreo che si convertì all'Islam) affermarono entrambi  che la posizione del Tempio degli ebrei era sul Monte del Tempio, accanto alla moschea di Al-Aqsa di oggi.


Gestione Biblica - Rob Parker [parte 1]

In questo messaggio di Rob Parker del IHOPKC , egli ci parla della gestione Biblica presso Revive Israele. Il possesso dell'intera creazione da parte di Dio è la chiave per capire il nostro ruolo di amministratori sotto la sua autorità. Per guardare in inglese, clicca QUI!


Il Patto della controversia

Vogliamo raccomandare questa nuove serie di film che esplora la storia e la teologia  della sempre presente controversia sugli Ebrei, la terra di Israele e la città di Gerusalemme.

Visitate il sito QUI e guardate il primo episodio QUI.


Torna ad Articoli

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.