Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 27 de Marzo2015 Revive Israel Ministries

Chiamata irrevocabile

di Dan Juster

Per quanto riguarda il Vangelo; Essi sono nemici per amor vostro; ma per quanto riguarda l'elezione, sono amati a causa dei patriarchi, poiche’ i  doni di Dio e la sua chiamata sono irrevocabili “ Rom 11.28-29.

Il popolo ebraico, la nazione di Israele, ha una vocazione irrevocabile. Ho scritto su questa chiamata nel mio libro, The Irrevocable Calling.  La conservazione di Israele e il ritorno alla terra di Israele sono una grande testimonianza della fedeltà di Dio e della Sua Signoria nel corso della storia.

la testimonianza d’ Israele memoralizza l’azione di  Dio nella storia della nazione ed indica verso gli ultimi giorni e verso l’ Età a venire.  Ad esempio, il sabato è una testimonianza del fatto che Dio creò  il cielo e la terra in sei giorni e si riposò il settimo.  È una prefigurazione dell'età a venire, quando tutti entrano  nel riposo  sabbatico totale  in Lui.

La Pasqua conduce all'esodo dall'Egitto e anticipa il tempo in cui tutte le nazioni entrano nel loro destino nell'Età a venire.

Shavuot (Pentecoste), la prima raccolta di grandi dimensioni, fu l’epoca dell'effusione dello Spirito nel primo secolo.  Essa prefigura tutta la terra, piena dello Spirito; la conoscenza di Dio coprirà la terra (Isaia 11:9).

Yom Teruah, la festa delle trombe (shofar), annuncia i giudizi di Dio e la venuta del Messia a governare  e regnare . Esso include il raduno d'Israele (Isaia 27) e la resurrezione dei morti (I Tessalonicesi 4.16-17).

A Yom Kippur, il giorno dell'Espiazione,  il sommo sacerdote fece espiazione per il popolo.  Yeshua, nostro sommo sacerdote, entro’ nel luogo santissimo del Tabernacolo celeste con il proprio sangue (EBR. 9).  Questa espiazione è ancora da applicare al livello nazionale di Israele e le nazioni, (Zaccaria 12.10, Apocalisse 22:2)).

La grande festa del raccolto, dei Tabernacoli, attende con aspettativa quel giorno del Regno di Dio in cui Israele e tutte le nazioni saranno sottomessi al  Messia. (Zc. 14:9)

Gli Ebrei seguaci di Yeshua fanno parte del loro popolo; Paolo ha mostrato che era obbediente alla Torah e ha dimostrato la sua costante appartenenza alla nazione d'Israele (Atti 21). Le congregazioni ebraiche messianiche sono una chiave  per gli ebrei seguaci di Yeshua per mantenere la loro parte sia in Israele che nella "Chiesa".  Queste congregazioni includono gentili che godono di identificarsi con il popolo ebraico e di adorare in un contesto ebraico radicale.  Le Vita ebraica è comunale ed è difficile da mantenere individualmente.  Affermiamo la cultura ebraica dove è buona e bella, e cerchiamo di vivere all'interno di questo contesto culturale.  I discepoli ebraici  di Yeshua sono sia il rimanente dell’Israele salvato che i membri ebraici del Corpo del Messia, la parte ebraica di un uomo nuovo.   Si uniscono, allo stesso tempo,  ad Israele e alla chiesa in un'invisibile connessione corporale.  Un giorno tutto Israele fara’ parte del corpo del Messia, innestato nuovamente dentro il proprio albero d’Ulivo che conduce dalla morte alla vita.  (Romani 11.15)

Tutti i credenti devono affermare che Israele è ancora scelto, non è stato sostituito, e che i credenti ebraici fanno ancora parte di questa importante chiamata.  L’obiettivo di Dio è che Israele e le nazioni saranno unite sotto il Regno del Messia.


Il Conflitto della Croce: Chi e’ il Re dei Giudei?  

Molta preghiera ha preceduto le elezioni recenti  in Israele, ma ora c'è un'uguale o più urgente necessità di preghiera per la formazione della nuova coalizione di governo. Ci sono due parti che formano il governo di Israele:

  1. elezioni - chi dovrà essere il "re dei Giudei".
  2. Coalizione - chi formerà il governo.

Noi tendiamo a pensare alla Croce solo in termini di espiazione-il perdono dei peccati.  Amen. Ma a quel tempo, la grande contesa che porto’ alla crocifissione circondava un altro problema: era veramente Lui, il Messia, il "re dei Giudei". (Giovanni 18).  Oggi, il primo ministro di Israele siede nella posizione terrena del “Re dei Giudei”, ma ovviamente non "indossa" l’intero mantello messianico e divino. Poiche’ Israele cesso’ di essere una nazione per quasi 2000 anni, questo problema del "re dei Giudei" similmente scomparve. Ma ora che Israele è di nuovo una nazione, questa posizione di guida è tornata ed è ancora la più contestata e attaccata posizione nel mondo.

La battaglia spirituale sopra il governo israeliano ha a che fare con l’unità per formare la coalizione. Non è possibile formare un governo senza una coalizione e non si può avere una coalizione senza l’unità tra i leaders di partito. Questo stesso problema si riscontra oggi nella chiesa internazionale. Il re è Yeshua, egli è stato eletto (Ps 2), ma non c'è abbastanza unità tra i suoi seguaci per la funzione e l’avanzamento del Suo regno. (Giovanni 17).

Per guardare il messaggio di Asher in Inglese, clicca QUI.


Benedire la Nazioni

di Cody Archer

Il mese scorso qui a “Revive Israel” abbiamo avuto il privilegio di ospitare un'altra ondata di visitatori provenienti da tutto il mondo per farci visita!  Avendo l'opportunità ogni settimana di pregare, di profetizzare, d’insegnare, di promuovere e di costruire relazioni con coloro che sono affamati di connessione è molto umiliante e può persino senbrare opprimente a volte. Una sfida che dobbiamo affrontare è quella di trovare l'equilibrio tra le parti locali e quelle internazionali del Ministero.  Sarebbe molto più semplice concentrarsi  su uno dei due, ma questa è una tensione alla quale Dio ci ha chiamati.

La scorsa settimana, durante l'incontro con un gruppo di anziani di una chiesa degli Stati Uniti,  inviati ad Israele dal loro Pastore per “esplorare il terreno” alla  ricerca di credenti locali con cui collaborare, ci e’ stato detto che il tempo passato con la nostra squadra,  era stato l’apice  del loro viaggio. Questo è cio’ che ci viene detto sempre piu’.  L'unità dell’ Uomo Nuovo e la collaborazione tra ebrei e gentili, sta veramente crescendo al giorno d’oggi!


Torna ad Articoli

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.