Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 24 de Ottobre 2014 Revive Israel Ministries

I 24 Anziani

Di Asher Intrater

Nel libro dell'Apocalisse troviamo un gruppo insolito e piuttosto sorprendente di persone, identificato “24 anziani ".  Essi sembrano essere un gruppo elitario di capi che vengono assemblati proprio nellevicinanze Del trono di Dio, insieme a Gesù e le “4 creature viventi.”  
         
La loro specifica identita’ e’ sconosciuta, ma il numero 24  e’ ovviamente 2 volte 12, e cosi’ ci fa pensare alle 12 tribu’ ed ai 12 apostoli di Yeshua.  Egli disse agli apostoli che se fossero rimasti fedeli a Lui fino alla morte, avrebbero regnato su 12 troni ed avrebbero giudicato le 12 tribu’ d’Israele dopo la Sua Risurrezione, durante il regno Messianico (Matteo 19:28).  Forse il secondo gruppo dei 12 rappresenta le posizioni di governo per il resto delle nazioni. 

Ad ogni modo, la loro prossimita’ al trono di Dio va al di la’ della nostra immaginazione.  Com’ e’ possibile che qualcuno possa raggiungere tale posizione di vicinanza alla divinita’?  E’ interessante notare comunque che in tutte le sei volte che 24 anziani sono menzionati li troviamo occupati alla stessa maniera: umiliandosi ed adorando Dio.  

Si prostano, adorano e gettano le loro corone innanzi a Dio (Apocalisse 4:10); pregano, lodano con le loro arpe e ciotole, e naturalmente si prostano (5:8); cadono ed adorano di nuovo (5:14); cadono prostati ed adorano, insieme a miriadi di angeli e santi (7:11); cadono ed adorano durante il suono della settima tromba (11:16); cadono ed adorano prima della Seconda Venuta (19:4).

La loro umilta’ ed adorazione e’ il primario denominatore comune nella descrizione dei 24 anziani; infatti quasi l’unica caratteristica menzionata.   Questo ci fa venire in mente Mose’ quando cade a faccia avanti di fronte ai suoi critici, o Giosue’ entro la tenda degli incontri,  ed anche Davide mentre adora nei campi da giovane pastore.  

 Sembra che l’umilta’ e l’adorazione dei 24 anziani sia la qualita’ essenziale ed il perequisito per il loro raggiungimento del concepibile livello piu’ alto di destino, di gloria e di autorita’.  E’ questo che Iddio sta cercando anche in te ed in me?


Israele e le Filippine

Di Alberto Fernandez


C’e’ un vincolo divino ed insolubile tra Israele, la nazione scelta da Dio e la nostra nazione, le Filippine.  Ecco diverse testimonianze come tale rapporto sia stato sovranamente orchestrato da Dio.    

Innanzi tutto, nel 1939 il Presidente Manuel Quezon creo’ una politica di “porta aperta” e concesse visti per gli ebrei che fuggivano dall’Olocausto in Europa per trovare rifugio in Manila.  Quezon dono’ persino parte del suo territorio in Marikina per accogliere i refugi.  Circa 1.200 ebrei arrivarono nelle Filippine e trovarono rifugio.  Se le porte non fossero state serrate in Europa da Hitler, la nazione era preparata a ricevere fino a 10,000 ebrei.   

Secondo, nel 29 novembre 1947, durante il teso dramma sopra il piano di spartizione delle Nazioni Unite, le Filippine fu l’ultima nazione a votare a favore della creazione dello Stato Ebraico dandogli la maggioranza di due terzi. Un testimone oculare riferi’ che una delle squadre diplomatiche israeliane trovo’ il delegato delle Filippine nel bagno degli uomini e lo precipito’, nella sala al momento della votazione decisiva.  

Terzo, durante la guerra del Yom Kippur nel 1973, Israele fu colta da sorpresa nell’apprendere che i russi avevano fornito agli Egiziani il missile “Surface to Air Missiles (SAM).  L’aereo israeliano divenne inefficiente e gli Stati Uniti non potettero intervenire a causa del pericolo di un aumento di tensione con la Russia.  A quel tempo l’ Iran era sotto il dominio del loro alleato, lo Shah Pahlavi e quindi ospitava una base aerea degli Stati Uniti.  

Un imprenditore di aerei americani nella base aveva assunto piu’ di seicento meccanici di aerei Filippini per aiutare ad aumentare la capacita’ delle industrie aeree dell’Iran.  Durante il momento cruciale di questa guerra difficile, tutti gli altri lavoratori furono eliminati tranne i Filippini ai quali venne affidato l’opera meniale di dipingere la stella di Davide su tutti I “logos” degli aerei statunitensi.  Soltanto dieci anni dopo essi si resero conto del significato di cio’ che avevano fatto per aiutare le forze israeliane a vincere la guerra.

Npi crediamo che le Filippine sono benedette grazie alla maniera con cui abbiamo resistito con Israele (Genesis 12:3).    


Avvanzamento Cinese

di Ariel Blumenthal

Durante le due settimane scorse abbiamo visto alcuni avvanzamenti nei rapporti tra i cristiani cinesi  ed il gruppo messianico in Israele.   Come abbiamo condiviso la settimana scorsa dagli insegnamenti di  Zhang Fuheng, il risveglio in Cina risale al 1920 durante il tempo in cui la prima ondata dei nuovi cristiani in Cina ricevette la visione del loro “ritorno a Gerusalemme”.

  L’enorme diffusione del vangelo nella chiesa “persecutata” del 1980, porto’ il restauro della stessa visione di Gerusalemme.   Durante la recente conferenza, diversi dirigenti cinesi hanno dichiarato che essi notano che questa visione quasi centenaria incomincia ad avverarsi.  

Parte della loro visione non solo include la predicazione del vangelo agli ebrei e agli arabi, ma anche la riconciliazione tra ebrei ed arabi come risultato delle preghiere e dell’evanglizzazione dei  cinesi.   In una riunione “chiave”, un credente arabo-egiziano venne avanti per esprimere in umilta’ la sua volonta’ di essere spiritualmente sposato ai fratelli messianici.  Asher venne avanti e lo abbraccio’. Tutti si misero a piangere.  Asher e Ariel espressero il pentimento , a nome della comunità messianica,  per il nostro orgoglio e il tradimento, sia di Gesù che dei nostri fratelli e sorelle arabi.

Una potente intercessione proruppe con i cinesi, gli arabi, gli ebrei , e altri internazionali.  Per circa un'ora e mezza il rilascio spontaneo proseguì; potevamo percepire l’abbattersi di poteri e principati del male.  La testimonianza di quello che è successo si sta diffondendo in tutte le chiese cinesi e arabe.  Se anticipiamo  la grande “ Riunione  822” a Gerusalemme dal 10 al 13 novembre,  non possiamo fare a meno di aspettarci un importante punto di svolta spirituale (822Call.org).  Un verso che è stato recitato  più volte in preghiera da diversi partecipanti è Efesini 3:10:  ". E così la multiforme sapienza di Dio sarà resa nota dalla Chiesa ai poteri e principati nei luoghi celesti.”


Torna ad Articoli 2014

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.