Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©23 Maggio 2014 Revive Israel Ministries

"Olio sulla barba“

Unita’, Guida e Unzione

di Asher Intrater

Esiste una connessione speciale fra l’unita’ delle guide spirituali e l’unzione dello Spirito Santo.  Io sono coinvolto in diversi gruppi di guida spirituale, come la nostra squadra di  Revive Israel, la congregazione di  Ahavat Yeshua in Gerusalemme, quella di Tiferet Yeshua in Tel Aviv, e l’Alleanza Messianica Ebraica  d’Israele.  I miei presenti rapport di piu’ lunga durata sono con la squadra degli anziani di Tikkun Internazionale (Dan Juster, Eitan Shishkoff, David Rudolph, Paul Wilbur).  In tutti questi gruppi , noi cerchiamo di edificare, attraverso la cooperazione delle squadre,  mentre cerchiamo la volonta’ del Signore con la preghiera e la lode.  

In Atti 1, troviamo che i discepoli di Yeshua pregavano insieme con il medesimo intendimento di cuore sotto la guida degli apostoli.  Come risultato, il fuoco dello Spirito Santo si sparse in Atti 2.  Questa preghiera unificata richiedeva un impiego straordinario nelle relazioni di patto fra di loro “orizzontalmente” cosi’ come una purezza di devozione verso il Signore “verticalmente”. 

Salmi 133:1-3
Ecco quanto è buono e quanto è soave che i fratelli vivano insieme (in unita’)!
2 E' come olio profumato sul capo,
che scende sulla barba, sulla barba di Aronne,
che scende sull'orlo della sua veste.
3 E' come rugiada dell'Ermon,
che scende sui monti di Sion. Là il Signore dona la benedizione e la vita per sempre.

La parola Ebraica per “barba”, e’ – zakan – la quale ha la stessa radice di quella per “anziani" – zaken. L’unzione dello Spirito Santo discende da Yeshua il nostro Sommo Sacerdote - il capo - come l’olio.  Questo salmo davidico classico potrebbe avera un significato al giorno d’oggi con un’applicazione per gli ultimi tempi. Se l’unita’ tra i capi e l’unzione dello spirito Santo possono essere ristorati qui in “Zion”, allora una benedizione enorme di risveglio e di nuova vita potrebbe essere diffusa in tutto il mondo. (Romani 11:12-17). 


Costruire una Comunita’ di Patto

di Dan Juster

In questa eta’ moderna, un una societa’ di alienazione che sta andando alla deriva, noi proclamiamo: l’ubbidienza a Yeshua richiede comunita’ strutturate al discepolato sotto la supervisione di un gruppo di anziani qualificati. 

In Matteo 16 si legge la confessione di Pietro riguardo a Yeshua.  Egli dice, “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio Vivente” Yeshua risponde:  "Tu sei beato, o Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli.  Ed io altresí ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell'inferno non la potranno vincere     Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che avrai legato sulla terra, sarà legato nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto nei cieli”

Alcuni tendono di allontanarsi dalla pretesa di impegno congregazionale affermando che la congregazione di Yeshua e’ un’invisibile realta’ mistica  che non richiede  un impegno alle istituzioni visibili di questo mondo.  Cio’ e’ contrario alla Sacra Scrittura.  Yeshua scelse 12 discepoli, undici dei quali diventarono i  nostri anziani.    La frase “chiavi del Regno” si riferisce ad una autorita’ governante, una autorita’ posseduta dagli anziani qualificati che formavano i Sanhedrin del primo secolo.  

Legare e slegare implicava il permettere ed il proibire un comportamento.  Cio’ era molto concreto e ben noto durante il primo secolo.  

Naturalmente noi possiamo riferirci al popolo di Yeshua come ad un Corpo universale che trascende i gruppi visibili che si riuniscono;  ma se non ci si riunisce in congregazioni – siano esse piccole o grandi - non ci puo’ essere sostanza per il quadro universale.  Infatti, immediatamente dopo la Pentecoste (Shavuot) si formo’ una grande congregazione a Gerusalemme che era sottomessa all’insegnamento apostolico e che si riuniva regolarmente (Atti 2:42).   Quando poi gli apostoli si spostavano in altre citta’, essi stabilivano nuove congregazioni guidate da anziani.

Il Fulcro

La congregazione e’ il grembo per il discepolato, adorazione, preghiera, e responsabilita’ reciproca.   Cio’ lo vediamo attraverso la Scrittura:  Matthew 28:19  ci incarica a fare discepoli. Le congregazioni sono come il centro di una ruota – la quale ha molti raggi che escono da esso: il matrimonio e la famiglia, gli affari e le finanze, le arti, l’istruzione e la giustizia sociale.  Ogni cosa fluisce dal centro, ove c’e’ l’autorita’. Le persone sono addestrate di come dimostrare il Regno in ogni ambito della vita da parte di coloro che dirigono la vita congregazionale.   

Pertanto, edificare la comunita’ sotto un gruppo di anziani e’ l’impegno fondamentale per tutti i credenti in Yeshua – secondo solamente al loro impegno personale verso Dio e Yeshua.


Torna ad Articoli 2014

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.