Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©21 Febbraio 2014 Revive Israel Ministries

Legge di Mosè e il Millennio

Con Asher Intrater e Dan JusterNel leggere la Tora, non possiamo fare a meno di notare che ci sono diverse istituzioni sociali descritte che non sembrano mai aver raggiunto il loro adempimento nella storia d'Israele. Per esempio :

  1. Sistema Giudiziario

  2. Sistema Agricolo

  3. Feste e Calendario

  4. Sacerdozio

  5. Posesso della Terra
Se tutti questi elementi sono nelle Scritture (e " la Scrittura non può essere annullata" - Giov. 10:35), percio'...non dovrebbe esserci pure un momento che queste veranno ad essere adempiute ? Alcuni respingono tutti questi scritti semplicemente ... come  "vecchio" Patto, che non ha a che fare con il " nuovo "...ma, noi crediamo che attraverso Yeshua, vedremo la " pienezza di tutte le cose " compreso la Tora ed i Profeti, in cielo e in terra (Atti 3:21 ;. Ef 1,10).

Tenendo questo in considerazione, possiamo leggere la Tora in modo " profetico", come compimento futuro che deve ancora a venire (Matteo 5:17-18). Le Profezie della Fine dei Tempi ' sono piene di riferimenti ed elementi della Tora : Isaia 2 descrive il regno millenario in cui " la Tora uscirà da Sion " (v. 3) ; capitoli di Isaia 60-66 parla di un rinnovamento di Sion e il riposesso della Terra Promessa ; Isaia 66 fa riferimento alla legge alimentare (versetto 17), Leviti ( versetto 21), noviluni e Sabati (versetto 23).

Gli ultimi 9 capitoli di Ezechiele sono forse i più impegnativi. Un nuovo Tempio viene costruito, descritto in massimo dettaglio (capitoli 40-41 ), che viene poi riempito dalla Gloria di Dio (capitolo 43), con un nuovo sacerdozio e sistema sacrificale (capitolo 44), comprese tutte le celebrazioni delle  feste (45) , guidato dal Re Messianico (46), e un rinnovamento della natura e agricoltura (47), e  riposesso  del territorio secondo l'allottamento prescritto delle tribù d'Israele (48). Che cosa abbiamo intenzione di fare con tutti questi capitoli ?

La fine del libro di Gioele descrive un Restaurazione di Sion sia spirituale che economica dopo gli eventi degli Ultimi Tempi. Michea parla sul regno antico che verra'  ristabilito (Michea 4,8). Zaccaria 14 descrive così un ripristino di feste e d'adorazione al Tempio dopo la Seconda Venuta del Messia. Da queste numerose scritture, sembra che ci sarà un rinnovamento e l'osservanza alla Tora durante il Regno Millenario, che sara' consistente con il Nuovo Patto su punti  chiave ed accenti come insegnati da Yeshua e gli Apostoli.

Il regno di Dio è ordinato. L' intera Bibbia, tra cui la Tora, definisce questo ordine divino. ( " Tora " significa non solo "legge", ma " istruzione "). L'obiettivo finale del Vangelo del Regno, viene realizzato nel Millennio, ed è quello di stabilire l'ordine di Dio sulla terra sia per Israele che le Nazioni. Preghiamo per saggezza di poter capire la giusta integrazione del Vangelo, legge e regno in questi Ultimi Tempi.


Rinnovando la Vostra Immaginazione

By Don Finto


"A Colui che è in grado di fare molto più di quanto possiamo domandare o pensare, secondo la potenza che opera in noi, a Lui la Gloria! " - Efesini 3:20-21. A volte siamo così energicamente lontani dalla fantasia che tendiamo a chiudere l'immaginazione del tutto. Non spegnerla ; Restaurala!

Immaginate incontri divini  , divine relazioni, azioni divine, il successo divino e prosperità, un futuro divino! Quindi cambia il tuo modo di pregare in quella direzione. Usate l'immaginazione divina quando leggete la Parola e quando Pregate!

L'oscurità non viene scacciata con una frusta o un flagello, ma portando luce in luoghi oscuri; allo stesso modo, l'immaginazione senza Dio non viene scacciata da una frusta o un flagello, ma restaurata nei nostri pensieri.


Torna ad Articoli 2014

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.