Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©30 Agosto 2013 Revive Israel Ministries

Perdoni (Slichot)

Il mese di Agosto di quest’anno corrisponde al sesto mese del calendario Ebraico o Elul. Il mese e’ visto come preparazione per i giorni di festa (Trombe, Espiazione e Tabernacoli) del settimo mese, Tishrei. Durante  Elul, gli Ebrei Ortodossi si alzano quando e’ ancora buio per  cantare una serie di preghiere chiamate,  Slichot. 

Slichot e’ il plurale della parola per “perdono”– Slicha.  L’alzarsi presto per cantare queste preghiere indica una disciplina ed un impegno non indifferente da parte dei nostril vicini Ortodossi.

Durante questo mese di “perdoni”,  l’ex capo rabbino sefardita  Amar ando’ a visitare il capo anziano sefardita, il Rabbino Yoseph, per chiedergli perdono riguardo ad un reato.  Purtroppo , Yoseph rifiuto”persino di stringergli la mano e lo rimando’ a casa in disonore.

Quanto è facile per noi, insegnare il perdono, ma quanto è difficile farlo davvero. Uno dei fondamenti della nostra fede è questo semplice "triangolo" del perdono:    

  1. Chiedere persono a Dio per i nostri peccati.
  2. Chiedere agli altri di perdonarci quando pecchiamo contro di loro.
  3. Perdonare gli altri che hanno peccato contro di noi.

Matteo 7:3
Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell’occhio tuo?

E’ facile vedere le colpe degli altri, ma e’ potenzialmente impossibile vedere le nostre. Quasi tutti gli altri sono a conoscenza dei vostri difetti tranne te.   

Quanto siamo veloci a sottolineare i difetti altrui, ma rifiutiamo di ascoltare o di esaminare le richieste degli altri a pentirci dei nostri.

Matthew 6:14-15
Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi;  ma se voi non perdonate agli uomini le loro colpe], neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe

C’e’ in tutto cio’ “un meccanismo di grazia” che ci viene offerto.  Noi tutti abbiamo dei peccati di cui non siamo consapevoli, ed altri peccati che non abbiamo superato alla perfezione. In entrambi i casi, noi possiamo applicare la grazia verso noi stessi, perdonando gli altri intorno a noi. 

Yeshua ci ha detto di perdonare gli altri persino settanta volte (Matteo 18:22; Genesi 4:24). Ci sembra troppo?  Con la stessa misura, anche noi possiamo esseere perdonati dei nostri peccati settanta volte.  


La Salvezza di Breslau

In  preparazione per Rosh Hashanah, manifesti sono apparsi per le strade di Gerusalemme, citando il fondatore della setta chassidica Breslau, Rabbino Nachman (1772-1810, sepolto ad Uman, Ukraine), il quale dichiara che se qualcuno fa un pellegrinaggio di preghiera alla sua tomba, anche se i peccati della persona sono grandi, egli farà intercessione per salvarlo e per tirarlo fuori dall'inferno.   

Se questo fosse vero, sarebbe una notizia fantastica.  In attualita’, che il defunto Rabbino possa salvarli,  rappresenta  un inganno comune e pericoloso fra Ebrei Ultra Ortodossi. Ironicamente, cio’indica che il concetto di perdono imputato per fede in un rabbino giusto è ben noto all'interno del Giudaismo Ortodosso.  
 La vera buona notizia pero’ è che la salvezza si può effettivamente ottenere ponendo fede nell'unico grande Rabbino la cui tomba è vuota.                                                


Syria

Le Notizie israeliane di questa settimana sono state saturate con preparativi per il potenziale attacco alla Siria da parte delle forze alleate degli Stati Uniti. L'attacco è mandatorio, nel senso che vi è stata una violazione storica di accordi internazionali contro l'uso di armi chimiche. L'omicidio di massa di cittadini in Siria è stato atroce.

D'altra parte, le forze di opposizione siriane non sono molto meglio, forse anche peggio. Pregate affinche’ il presidente Obama abbia la saggezza di decidere se, quando e come attaccare.
La Russia e  la Cina si sono schierate con la Siria in un'alleanza bizzarra di queste due super potenze comuniste con l'asse Sciita dell’Iran-Siria-Hezbollah. Entrambi i governi, l’iraniano ed il  siriano,  hanno annunciato che lanceranno un attacco contro Israele se gli Usa attaccano la Siria.


Ultima Immigrazione Etiopica

Questa settimana 450 Ebrei Etiopi sono arrivati in Israele, l’ultima immigrazione dall’Etiopia autorizzata dal governo Israeliano.  Cio’ conclude un capitolo di storia spirituale  che risale alla visita della regina di Sheba a Salomone .(I Kings 10) ed all’incontro di Filippo con l’eunuco Etiope, capo della tesoreria della regina Candace (Fatti 8);  una svolta  del Vangelo per il continente africano. Preghiamo insieme ai nostri fratelli messianici dell’Etiopia, per benedire questa comunita’ che oggi forma il ponte spirituale tra Israele e l’Africa..  


Festivita’ Religiose dell’Autunno

Per favore pregate:
  • per le nostre preparazioni per celebrare la Festa delle Trombe a Tel Aviv, con un comune incontro di preghiera con Adonai Roi, Tiferet Yeshua ed altre congregazioni locali;
  • per il digiuno ed il culto di assemblea  multi-congregazionale per il Giorno dell’Espiazione con Ahavat Yeshua, Tiferet Yeshua, Maaleh Adumim and Melech Hamlachim;
  • per la congiunta conferenza destino Israele-Cina durante la Festa dei Tabernacoli, sponsorizzata da Maoz e Revive Israel.

Questo sara’ un periodo intenso , ma tutti questi eventi hanno un significato biblico e profetico che cambia la storia.


Il Digiuno di Ginevra

La Chiamata-Ginevra è un'assemblea di preghiera e digiuno fissato per il 5 settembre, la stessa data della Festa delle Trombe, e quella di  le Jeune Genevois annuali -- Digiuno di Ginevra. Le radici risalgono al 1567, quando il primo digiuno fu stabilito a favore dei credenti protestanti perseguitati di Lione, in Francia. Il raduno di Jeûne Genevois cerca di ripristinare l'eredità di Ginevra a rivolgersi a Dio in preghiera.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: www.thecallgeneva.com


Torna ad Articoli 2013

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.