Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©28 Luglio 2012 Revive Israel Ministries

IL SIGNORE (Kurios)

Di Asher Intrater e SI

Le vicende storiche del Tanakh (Antico Testamento) terminano nel libro di Neemia, circa l’anno 440 avanti Cristo.  L'ultimo libro del Tanakh scritto e redattoi fu Cronache.   In I Chronache 3 c'è una lista genealogica che continua circa 10 generazioni dopo Zorobabele,  il che la datano approssimativamente al  l 350 avanti Cristo .  Nel 333 aC Alessandro Magno conquistò il Medio Oriente, ed impose la cultura greca e la lingua greca alle persone che vivevano li’.

Tra il 280 e il 130 avanti Cristo, gli studiosi rabbinici di lingua greca tradussero il Tanakh in greco, noto come il "Septuagint".  Questa divenne la versione più affidabile del Tanakh, ed è la versione citata nel Nuovo Testamento.  Nella Terra Santa si sviluppò una tensione dinamica tra la cultura greca internazionale, la cultura ebraico-aramaica locale . Questa tensione a volte opero' per il bene ed a volte per il male

La rivolta dei Maccabei inizio' nel 166 avanti Cristo e l'impero di Hashmoneo in Giudea durò fino a quando la zona fu conquistata da Roma, sotto Pompeo, nel 63 avanti Cristo.  Dal tempo in cui nacque Gesù, la Terra Santa fu governata da Erode (un convertito ebraico di origine greca) che fu nominato sotto gli auspici dell 'impero romano.

L'apostolo Paolo (Saul) fu educato negli studi sia ebraici che greci. Il suo cambiamento di nome da Saul a Paolo può riflettere la missione divina di portare il Vangelo dal mondo ebraico alla comunità internazionale. Il testo autorevole della piena Bibbia è scritta in ebraico nel Tanakh ed in greco nel Nuovo Testamento.

La tensione tra ebraico e greco continuò fino alla prima comunità di fede. La mattina di Pentecoste, i 120 discepoli  di lingua ebraica predicarono il vangelo ad  una folla di 3.000 persone di origine prevalentemente internazionale (Atti 2:9-11). Il numero dei discepoli aumento’ sia tra i relatori ebraici che quelli greci.

Atti 6:1 –  Or in quei giorni, moltiplicandosi il numero dei discepoli, sorse un mormorio da parte degli Ellenisti contro gli Ebrei, perché le loro vedove venivano trascurate nel servizio di assistenza quotidiana.

Lo scontro dei due gruppi di cultura causo' problemi di comunicazione, di finanze e  di amministrazione. Un comitato fu nominato tra gli oratori per assicurarsi che la logistica fosse gestita correttamente (Atti 6:5). Le questioni di identità continuarono con lo sviluppo della chiesa internazionale (ecclesia).  L'ordine del Vangelo è prima all’Ebreo, poi al Greco (Romani 1:16, 2:10), e tuttora gli ebrei e greci hanno la stessa posizione spirituale davanti a Dio (Galati 3:28).

Si riscontra una simile tensione nel Corpo del Messiah in Israele, poiche’ siamo una nazione che parla la lingua ebraica, pero’ il numero degli immigranti e degli ospiti internazionali  che non parlano  la lingua ebraica  e’ piu’ grande  del nucleo che parla ebreo. C’e’ un perfetto bilancio tra l’aspetto universale ed internazionale della fede e l’aspetto di fede riguardo al patto israelitico.

Circa il tempo in cui il Tanakh fu tradotto nella lingua greca, il popolo ebraico smise di pronunciare il nome di YHVH.  In definitiva, la pronuncia fu dimenticata e proibita.  Invece di YHVH, il termine "Adonai" cominciò ad essere usato, che è la forma plurale della parola "signore". Nel Septuagesimo, il nome YHVH è stato tradotto con il termine "Kurios", che significa anche "Signore".

Percio’ durante pressapoco lo stesso peiodo storico, il nome YHVH  non fu piu’ usato e fu sostituito con quello di Adonai in Ebraico e con quello di Kurios in Greco.  Al tempo di  Yeshua, il nome YHVH non era piu’in uso, ma soltanto Adonai and Kurios.  Tutte le citazioni di YHWH nel Septuagesimo e nel Nuovo Testamento, sono state tradotte in Kurios.  Kurios significa Adonai e YHVH.

Sorprendentemente, nel Nuovo Testamento, Yeshua e’ denominato Kurios.  Questo e’ piu’ che chiamarLo  “Signore”. Questo significa chiamarLo anche Adonai.  Si tratta di una dichiarazione inevitabile riguardo alla sua divinita’. Yeshua e’ Kurios/Adonai.  Queta dichirazione di fede, fu scioccante sia per quelli che parlano l’ebraico che per quelli che parlano il greco. Il chiamare Yeshua Signore-Kurios-Adonai e’ un’esplosione nucleare nella storia della fede, della religione e della rivelazione.


Alle Estremita’ della Terra

Noi crediamo al comando di  Yeshua di essere Suoi testimoni in Gerusalemme, Giudia, Samaria fino alle estremita’ della terra (Atti 1:8).  Per piacere pregate per  i giovani ebrei della nostra congregazione che si trovano in missione questa settimana.  Ariel e Vered in Cina,  Youval e Valeria in Europa, Herut in Ukrania, Or and Vered in Africa, Yoel, Sarah e Davide in Sud America, Sarah in Tailanda.  Uniamoci a loro in preghiera per completare il grande mandato nella nostra generazione.


Relazione dalla Cina

Di  Ariel Blumenthal

Vered  ed io stiamo insegnando l’ ebreo e la Bibbia (tutta in ebreo, con la traduzione in cinese – un primo fatto stoprico?) ad un gruppo di giovani credenti cinesi  che si sono iscritti ad un programma di dieci mesi per imparare sia l’ebraico biblico che quello moderno (e anche un po’ di greco del Nuovo Testamento).  I fondatori, J & B, sono una coppia non cinese che hanno lavorato in Cina per molti anni. J e’ il mio traduttore per le classe bibliche – tutte in Ebreo con la traduzione in cinese.

Il fine settimana scorso,  il gruppo ha organizzato un vasto raduno cristiano attraverso la citta’ per permettere agli studenti di “sfoggiare” le loro competenze linguistiche e per pregare per Israele.  Essi hanno letto e proclamato passaggi biblici in Ebreo ed in Greco. Poi fu il mio turno di fare una predicazione.

Un gruppo di giovani cinesi ci ha guidati a cantare “Sh’ma Yisrael” in ebreo e poi “Ko ahav” (Giovanni 3:16)! Eravamo numerose prsone cantando insieme una canzone.  E’ stata una rappresentazione del regno come si legge in Apocalisse 7:9-10, and 15:2-4.  Non c’e’ altra via per unire il mondo in amore che celebrare la nostra distinzione nazionale ed etnica, e allo stesso tempo onorare le radici ebraiche della biblica fede.  Cio’ e’ possibile solamente attraverso Yeshua, il Figlio di Dio e Figlio di Davide.


Sostanze Chimiche Siriane

Il governo siriano ha accumulato ingenti quantitativi di armi chimiche e biologiche. I Media Israeliani sono stati molto preoccupati dal fatto che tali scorte possono essere  catturate da forze radicali islamiche poiche’ il governo di Assad sembra che stia cadendo.  Molti israeliani si sono affrettati a rinnovare le loro maschere antigas.  Pregate che tutte le armi formate contro di noi falliscano (Isaia 54:17).


Torna ad Articoli 2012

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.