Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©31 Dicembre 2011 Revive Israel Ministries

Olio e Frantoio

di Asher Intrater

Il nome Getsemani in ebraico è "Gat Shmanim", che significa "Frantoio". E 'il luogo dove le olive vengono portate e schiacciate;  la pelle e l’osso sono filtrate e separate. Il risultato è l’olio d’oliva puro.  L'olio è un simbolo biblico consistente per l'unzione dello Spirito Santo.  Non c'è dubbio che Gesù scelse di proposito questo luogo con questo nome.
 
Noi tutti vogliamo l'olio, noi vogliamo l'unzione, la potenza dello Spirito Santo. L'olio d'unzione porta la protezione, la provvigione, la prosperità (Salmo 23:5), la saggezza e l'autorità per governare (I Samuele 16:13), la gioia (Salmo 45:7, Ebrei 1:9),la guarigione e la liberazione (Marco 6:13 , Giacomo 5:14), la luce e la rivelazione (Esodo 25:6, I Giovanni 2:27, Apocalisse 3:18), la capacità di predicare e profezia
(Isaia 61:1), l'intimità nel culto (Cantico dei Cantici 1:03 , Matteo 25:3, Marco 14:3), e altro ancora.

Esiste una relazione dinamica tra l'olio ed il frantoio. Sono opposti che si bilanciano a vicenda. A  Gat Shmanim Yeshua abbracciò la croce; forzo' la sua volontà a sottomettersi (Matteo 26:39). E 'un luogo di tenebre, depressione e difficoltà (Matteo 26:37). E 'un luogo di diniego di sé (Matteo 16:24), un luogo per essere schiacciati, per obbedire fino alla morte, di essere provati di passare attraverso l'umiliazione e la sofferenza, di intercedere al punto di sangue, sudore e lacrime.                          
 
L'olio certamente sembra più attraente rispetto al frantoio. Eppure non c'è olio senza il frantoio. L'olio è prodotto dal frantoio. Non c'è altro modo per produrre olio vero. D'altra parte, lo scopo della pressa è quello di ottenere l'olio. A soffrire in obbedienza, senza ottenere quell'olio non e' conforme al cuore di Dio. Il frantoio è per l'olio. L'olio proviene dal frantoio.                      


Attacco terroristico a cristiani in Nigeria

di Andrew B

 Il giorno di Natale, diverse chiese cristiane in Nigeria sono state i bersagli di bombardamenti suicidi da parte della setta islamica Boko Haram. Il numero dei morti è stato riferito a 45 con 73 feriti. Boko Haram e' stato responsabile per quasi 500 morti solo quest'anno.                         

 A seconda del "Compass Direct News, il bombardamento ha trasformato le rovine della chiesa cattolica di Santa Teresa, al di fuori della capitale nigeriana di Abuja in Madalla, in un sito di lutto nazionale. "Lo shock dell'incidente è stato molto traumatico", ha detto il reverendo Joseph Akor, della Diocesi Minna. "I fedeli hanno motivo di avere paura dopo un incidente come questo, ma sono rafforzati dal sangue dei martiri e non hanno smesso di partecipare alla Messa gionaliera

Questo attacco ricorda anche il bombardamento della Chiesa copta di Alessandria, Egitto il giorno di Capodanno dell'anno scorso;  anche esso il risultato di un attacco da parte di una setta estremista mussulmana.  Dobbiamo continuare a pregare per i nostri fratelli e sorelle che affrontano tali persecuzioni e per le famiglie dei sopravvissuti.
 


Un sigillo d'argilla trovato sotto la Città Vecchia di Gerusalemme

di Andrew B

Un raro sigillo dalle dimensioni di una piccola moneta con la scritta in aramaico "Puri per Dio" è stato trovato in un sito archeologico vicino al Muro del Pianto. Gli archeologi sostengono che il sigillo al Monte del Tempio risale al tempo della distruzione del Secondo Tempio. Poiché gli scavi sul Monte del Tempio sono vietati da parte delle autorità sia ebraiche che mussulmane, pochi artefatti legati al Tempio e alle forme di culto ebraico sono stati trovati. Questo piccolo pezzo di pietra è testimone di antiche abitazioni ebraiche a Gerusalemme, e quindi sostiene la verità biblica che la terra di Israele appartiene agli ebrei.          


Preghiera per la Corea del Nord
      
di Ariel Blumenthal

Nel corso delle ultime due settimane, abbiamo visto le foto di moltitudini di nord coreani piangere sul loro leader morto, Kim (cognome) Jong II, e anche in attesa dell’ inaugurazione di suo figlio, Kim Jong Un.  Il nonno, Kim Il Sung, è considerato il "Mao" della Corea del Nord: un eroe comunista del tempo di guerra (formato e istruito dall'URSS), strumentale nella liberazione dei coreani dall’occupazione giapponese  e dall’aggressione occidentale durante la guerra coreana.

Come Mao in Cina o Stalin in Russia , il genere di comunismo di Kim, divenne un “culto di personalita’”di se stesso, chiamato dai Coreani del Nord  “il nostro Grande Padre”.  E’ difficile immaginare il livello di adorazione attribuito a Kim, la cui foto e le sue statue sono visibili in ogni casa, negozio e angolo di strada, senza menzionare il lavaggio di cervello, il controllo del pensiero e la tortura che e’necessaria per impedire a milioni di persone di adorare qualsiasi altra cosa o persona, Yeshua incluso.  Questo sistema di “anti-Cristo” ha causato una persecuzione terribile alla piccola chiesa sotterranea della Corea del Nord.      

Eppure, appena oltre il confine nella Corea del Sud, gli ultimi 60 anni hanno visto la crescita di una nazione democratica  libera e prospera; e di una chiesa che è diventata la seconda piu’ grande nazione del mondo che manda missionari. (Dopo gli Stati Uniti -  una nazione con una popolazione 6 volte più grande di quella della Corea del Sud!)                                           

Apocalisse 5:9 descrive coppe in cielo riempite di incenso sacro, che rappresentano le preghiere dei santi. Nella nostra generazione, milioni di coreani hanno riempito le coppe con le loro preghiere ferventi e dedicate al mondo intero. Uniamo le nostre preghiere alle loro per la guarigione e il ripristino della loro nazione lacerata e divisa:

  1.  Liberazione dal culto di adorazione della famiglia Kim - che 25 milioni di nord coreani guardino a questo grassoccio, uomo viziato di 28 anni e vedano l'assurdità della loro idolatria                                  
  2. Una transizione pacifica e la riunificazione del popolo coreano con la libertà di culto; la preghiera per rafforzare la chiesa perseguitata e innovazione per il Vangelo nella Corea del Nord.                               
  3.  La rottura della carestia e della morte questo inverno del 2011-12: dall'inizio degli anni '90, la fame ha ucciso milioni di persone nella Corea del Nord, e quest’inverno potrebbe essere uno dei peggiori. La cattiva e perpetua gestione e l'arretratezza significa che ci sono poche opzioni per il cibo.  

Ecco alcuni collegamenti (links) per aiutarti a pregare in modo consapevole: 

http://youtu.be/CnYfhq8_osk

http://youtu.be/FIlRIG5iR24


Torna ad Articoli 2011

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.