Stampa questo | Pagina Iniziale | Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©22 Ottobre 2011 Revive Israel Ministries

Benvenuto a casa, Gilad

Asher Intrater

Nei 20 anni che ho vissuto in Israele, non ho mai visto il cuore della gente così toccato, così addolcito, cosi’ unificato. Gilad non è certamente il Salvatore. Eppure, c'era qualcosa nel suo aspetto e portamento che ricorda l'immagine del servo sofferente del Messia stesso.

Il profondo dolore nei suoi occhi, il suo corpo spezzato che faticava a stare eretto, il suo bisogno di afferrare il corrimano mentre scendeva solo alcuni scalini ... e tuttavia la chiarezza dei pensieri, la statura di eleganza e nobiltà, l'innalzamento della mano in un saluto militare quando ha incontrato il Primo Ministro ... non c'era un solo occhio asciutto nel paese.

E 'stato portato fuori dalla prigionia da Ahmed Jabari (capo dell'ala terroristica di Hamas) e da Raad Atar (che progetto’il rapimento): sembrava un agnello che era stato condotto al macello. Eppure non c'era traccia di lamento in lui. Il suo coraggioso sorriso infantile ha detto a tutti: "Le cose andranno bene."

Poi ci fu la brutta intervista da parte della stampa egiziana. Dopo 5 anni e 4 mesi di isolamento e di malnutrizione, gli è stato chiesto se avrebbe lavoro per liberare i prigionieri palestinesi. Egli rispose che gli sarebbe piaciuto vederli liberi se non continuassero le loro azioni violente contro Israele. (La BBC News sorprendentemente taglio’dalla loro trasmissione la seconda metà della frase).

Israele valuta la vita al di sopra della morte: una vita innocente verso un migliaio di fomentatori di morte. Questa è la proporzione. La vita di questo unico ragazzo è così preziosa, che tutti qui stanno ignorando la liberazione di assassini con il sangue sulle loro mani. Lasciate che il mondo celebri la sua morte; noi godremo questo momento di intimità familiare.

Il  movimento "Liberate Gilad " è stato principalmente di sinistra, mentre Netanyahu è piuttosto di destra. Fino a ieri non c'era divisione politica sulla questione. Ma quando Netanyahu e Gilad si sono abbracciati, siamo diventati una famiglia. Se Gilad è il simbolo del Messia come servo sofferente, il Primo Ministro di Israele è il simbolo del Messia come il monarca. Quando i due si sono riuniti, anche la nazione si e’ riunita.

Nello stesso giorno in cui Gilad arrivo’a casa, si stava celebrando la “Marcia Annuale di Gerusalemme”della Festa dei Tabernacoli.  Migliaia di pellegrini cristiani da tutto il mondo (guidati dall’Ambasciata Cristiana Internazionale) marciavano attraverso Gerusalemme, cantando lodi a Gesù ed esprimendo la loro solidarietà con il popolo ebraico.

 Il giorno seguente si osservava il Simchat Torah" (L'ultimo giorno, il grande giorno della Festa,- Giovanni 7:37), in cui migliaia di ebrei in tutto il mondo danzano con i rotoli della Torah. "Chiunque è rimasto di tutte le nazioni che sono venute contro Gerusalemme, saliranno di anno in anno per adorare il Re YHVH degli eserciti e celebrare la Festa dei Tabernacoli" - Zaccaria 14:16.

   Le parole in ebraico Baruch Haba, "benedetto e’ colui che viene," hanno un duplice significato. Nell’ebraico  moderno, significa semplicemente "Benvenuto". Nell’Ebraico biblico (Salmo 118:26, Matteo 21:9, 23,39), è una profezia degli ultimi tempi che inagura la venuta del Messia. La prima pagina del più grande giornale in Israele mostra semplicemente una foto del viso di Gilad e un titolo gigante, Baruch Haba. "Benvenuto a casa Gilad"


Chi ha pranzato con Abraham?

Il nuovo e tanto atteso libro di Asher: "Chi pranzato con Abramo?" è appena arrivato. Esso analizza le apparizioni di Yeshua come l'Angelo del Signore dai libri della Legge e dei Profeti, fino al libro dell'Apocalisse.  Questo libro senz’altro ispirera’ e sfidera’ la tua  comprensione della natura eterna di Yeshua il Messia e della rivelazione progressiva della Bibbia nel suo insieme.

L'idea principale di questo libro è stato sviluppata non solo durante anni di studio nei testi ebraici, ma anche attraverso esperienze personali acquistate  nel condividere il Vangelo con gli ebrei ortodossi in Israele. (Per non parlare di un sacco di preghiera ed intercessione.

Non ti perdere l’occasione. Ordina per te stesso e per inviare agli amici. Per ordinare fare click

Solo per una volta offriamo una tariffa speciale di massa per questa prima offerta: 10% di sconto per gli ordini di 10, 20% di sconto per ordini di almeno 20, 30% di sconto per ordini di almeno 30. Per informazioni su offerte speciali di massa, fare clic webmanager

Dalla copertina posteriore

Puoi vedere Dio?
C'è una figura che appare in tutte le Scritture Ebraiche. Egli è a volte indicato come l'Angelo del Signore, a volte come Dio stesso, ed a volte come il "Figlio dell'uomo". L'aspetto di questa figura richiede una rivalutazione della visione secolare dei classici giudaico-cristiani.

Estratti da raccomandazioni ricevute:

"Asher presenta importanti intuizioni circa la natura eterna del Messia in un modo sia accurato che accessibile." - Dr. Michael Brown, Presidente, Scuola di Ministero FUOCO

"... un viaggio dalla Genesi all'Apocalisse per studiare la connessione tra l'Angelo del Signore nel Vecchio Testamento e il Messia nel Nuovo Testamento ..." - Jane Hansen Hoyt, presidente, Aglow internazionale

"Asher ha la rivelazione dell 'Altissimo e l'amore per il popolo di Dio, sia Ebrei che Gentili ..." - Francesco Frangipane,  Istruzione Immagine in Cristo


"Questo è uno dei libri più suggestivi e penetranti che abbia mai letto. Lo consiglio calorosamente a tutti ..." - Mike Bickle, Casa Internazionale di Preghiera, Kansas City


"Asher è stato il mio più caro amico per una trentina d'anni, e continuo a essere incoraggiato e sfidato con la sua vita e con l'insegnamento ..." - Paul Wilbur, Recording Artist Integrità


"Questo messaggio sarà sempre più importante per la Chiesa che si impegna a comprendere Gesù (Yeshua) da una prospettiva ebraica ..." - Don Finto, Pastore Emerito della  Chiesa di Belmont


Torna ad Articoli 2011

Per favore PREGATE  per il nostro ministero in corso in Israele di evangelizzazione indigena,  per lo stabilimento di congregazioni messianiche,  per il centro di discepolato, per la lode e la preghiera profetica, le veglie di preghiera  in ebraico e per gli aiuti finanziari per i bisognosi.